Clan dei Marionettisti

 :: SpaceNaruto :: Clan

Andare in basso

Clan dei Marionettisti

Messaggio  Hokage il Lun Set 01, 2008 12:31 am

Clan dei Marionettisti

E' un clan nato nel villaggio della Sabbia e il fondatore fu il primo marionettista, Monzaemon Chikamatsu. Per comandare le suddette marionette si utilizza una particolare tecnica, la Tecnica del Marionettista (Kugutsu no Jutsu), servendosi del chakra per creare dei fili trasparenti invisibili alla prima occhiata con i quali le si comandano, proprio come se fossero dei veri burattini da teatro. I marionettisti prediligono i combattimenti dalla lunga distanza e ricorrono quasi sempre a pergamene di richiamo per l'utilizzo delle loro marionette sul campo, inoltre è frequente l'uso di veleno per rendere ancor più letali le armi dei pupazzi.

Marionette usate da Kankuro:

Karasu

Karasu è la prima marionetta che vediamo nel manga, utilizzata da Kankuro. E' una marionetta basilare, la sua forma è molto particolare, assomiglia infatti ad una strana scimmia. E' formato da sei arti di cui quattro compongono gli arti superiori, le braccia, e i due rimanenti le gambe. Molte volte lo vediamo avvolto in delle bende bianche, spunta solamente la “chioma” nera della marionetta, tenuto in spalla da Kankuro, utile per non farla scoprire subito dall'avversario. La marionetta è fatta principalmente di legno grezzo, con delle lame sulle braccia, una piccola chioma di capelli, un terzo occhio sulla fronte ed un mantello di colore nero sulle spalle. E' piena di meccanismi di difesa e di attacco, come bombe fumogene o molte volte avvelenanti. All'interno della bocca tiene un enorme spuntone, che ha sulla punta del veleno mortale, ma nella bocca non contiene solamente questa pericolosa arma ma anche dei coltelli e dei kunai, che è capace di lanciare anche a grandi distanze. Questa marionetta può anche smontarsi in vari pezzi, ed essere utilizzata come arma più efficace con l'aiuto di un'altra marionetta, Kuroari. E' una marionetta di tipo principalmente offensivo.

Kuroari

Kuroari è la seconda marionetta che viene utilizzata da Kankuro. Possiamo definirla “gemella” di Karasu, anche se il suo utilizzo è abbastanza diverso, come la sua forma del resto. Ha un viso molto allungato, sulla fronte possiede due lunghe corna che ricordano quelle di un bue, mentre i capelli sono meno folti ma più lunghi e lisci rispetto a Karasu. Possiede sei braccia, due in più di Karasu, dotate di lame dentate utili per afferrare da vicino l'avversario. Bisogna a questo punto precisare che Kuroari è in verità una marionetta difensiva, al contrario di Karasu, questa viene infatti usata da Kankuro per catturare o bloccare il nemico. Il suo scopo principale è quello di intrappolare l'avversario nel suo enorme ventre e poi grazie all'aiuto di una seconda marionetta smontata, in questo caso Karasu, infilzare l'avversario con numerose lame, che si trovano nascoste nelle braccia della seconda marionetta e che si infilano perfettamente nelle fessure presenti sul corpo di Kuroari.

Sanshouo

Sanshouo è una marionetta a noi ancora ignota per quanto riguarda il suo utilizzo, difatti ci viene solamente presentata da Kankuro ma non è mostrato il suo utilizzo in combattimento a causa della forza di Sasori, che, armato della sua marionetta Hiruko, sbaraglia Kankuro in breve tempo. Sappiamo solo, come del resto dal suo nome, che ha la forma di una salamandra, infatti in italiano Sanshouo viene così tradotto. Nell'anime Shippuden viene mostrato invece il suo utilizzo, è una marionetta difensiva che porta sul dorso un'enorme scudo di metallo che, quando viene alzato, difende il marionettista da qualsiasi attacco. Può inoltre contenere al suo interno tre persone che vengono così protette dagli attacchi. Sasori però mostra il punto debole di Sanshouo, se infatti si colpisce con precisione uno dei cardini che collega lo scudo alla marionetta la protezione si stacca subito, rendendo il marionettista vulnerabile all'attacco.



Marionette usate da Sasori:

Hiruko

Hiruko, come già ho citato precedentemente, è la marionetta di Sasori, il membro dell'organizzazione di Alba, ed in modo più preciso è la sua preferita, nonché parte del suo corpo. Questa marionetta viene infatti comandata dal suo padrone dall'interno e le sue considerevoli dimensioni dipendono proprio dal fine di ospitare il marionettista. La marionetta si presenta con un aspetto all'apparenza umano, nascosto sulla schiena però compare un enorme viso dalla cui bocca esce un pungiglione, come quello di uno scorpione, munito di un potentissimo veleno sulla sua punta. Dalla bocca della testa è capace di lanciare numerosi aghi. Sasori ha riportato molti cambiamenti a questa marionetta migliorandola, rivestendola di una corazza più spessa del normale e dotando il braccio sinistro di una specie di mitragliatore di aghi. Questa marionetta unisce attacco e difesa insieme, eliminando inoltre il punto debole dei marionettista, che combattendo a distanza sono facilmente attaccabili.

Sandaime Kazekage (Terzo Kazekage)

Questa marionetta è stata creata da Sasori con la stessa tecnica utilizzata con le marionette dei suo genitori. Prima di andarsene dal villaggio della Sabbia, intrappolò infatti il Terzo Kazekage trasformandolo in marionetta, in modo da ottenere la sua speciale tecnica della Sabbia Ferriera, che il Kazekage mantiene anche sottoforma di marionetta. E' inoltre dotata di diverse lame che spuntano dal braccio destro, mentre due pergamene all'interno del braccio sinistro permettono di richiamare un enorme numero di altre braccia.

Sasori

Possiamo considerare lo stesso Sasori una marionetta, perché grazie ad un jutsu è riuscito ad imprigionare il suo chakra e la sua parte umana in un sigillo, col quale può usare come corpo una marionetta. L'unico suo punto debole è quindi questo sigillo posizionato al posto del cuore e che mostra senza nasconderlo. In quanto marionetta è dotato di diverse armi, dai polsi infatti è capace di emettere fiamme, richiamate dalla prima delle quattro pergamene che porta sulla schiena. Dallo stomaco fuoriesce un cavo metallico dalla punta affilata intriso di veleno, infine dietro le spalle sono posizionate delle falci metalliche che ruotano durante l'attacco.

Cento Congegni di Sasori

Sono cento marionette umane scelte e create con cura da Sasori che richiama sul campo con la seconda pergamena che porta sulla schiena. Sasori riesce a manovrarle tutte facendo partire dalla parte destra del suo petto cento fili di chakra, questa tecnica è chiamata Tecnica Rossa Segreta: Lo Spettacolo dei Cento Congegni (Aka Higi: Hyakki no Sooen - Red Secret Technique: Performance of a Hundred Puppets). Lo stesso Sasori ammette che se con i dieci Congegni di Chikamatsu Chiyo è riuscita a conquistare una fortezza, lui con i suoi Cento Congegni ha sottomesso un'intera nazione, anche se non specifica a quale Paese si riferisca.

Marionette usate da Chiyo:

Genitori di Sasori

Queste due marionette sono state le prime create da Sasori in giovane età, servendosi dei corpi dei suoi genitori affinché gli stessero vicini. Lasciando il villaggio della Sabbia, affidò le marionette alla nonna, Chiyo, la quale le accudì e se ne prese cura, migliorandole. Chiyo tuttora va in giro con due rotoli per evocare le due marionette. Utilizzano fili sottilissimi fra le dita quando attaccano insieme che tagliano facilmente gli oggetti. Sono dotate di diverse armi da taglio come lame e seghe circolari inoltre sono capaci di creare dalle braccia una barriera difensiva di chakra.

Raccolta dei dieci Congegni di Chikamatsu

Utilizzando una speciale pergamena, la vecchia Chiyo richiama i dieci capolavori del primo marionettista Chikamatsu. Sono dieci marionette controllate ognuna con un solo dito, questa tecnica viene chiamata la Tecnica Bianca Segreta (White Secret Technique) e utilizzandola sembra che in passato Chiyo abbia espugnato un intero castello.

Congegni di Chikamatsu 1 e 2
Sono due marionette che combattono in coppia. La prima trasforma la sua testa in un shuriken di chakra gigante e, agganciandosi alla mano destra della seconda, viene usata come arma a lunga distanza grazie alla catena celata nel braccio destro dell'altra marionetta.

Congegno di Chikamatsu 3

Marionetta molto agile che utilizza cavi metallici uscenti dai fori sulla testa per attaccare da vicino e da lontano i nemici.

Congegno di Chikamatsu 4

Come il terzo congegno, anche questa marionetta è molto agile nel muoversi, inoltre usa due sciabole per attaccare e tagliare letteralmente in due gli avversari. Tra i dieci Congegni di Chikamatsu sembra essere l'unico con fattezze da donna.

Congegno di Chikamatsu 5

Possiede corna da toro e utilizza la forza fisica per combattere negli scontri ravvicinati.

Congegno di Chikamatsu 6

Dalla bocca riesce a richiamare una sfera di chakra contenente una marionetta-sigillo in grado di bloccare il chakra avversario. Inoltre sempre dalla bocca può da sola creare una zona di sigillo del chakra.

Sigillo del chakra

Si tratta di una marionetta o meglio di una testa a forma di tasso, la cui funzione è di bloccare, grazie ai numerosi denti, l'avversario e impedirgli di usare il suo chakra.

Congegno di Chikamatsu 7

Fra i dieci Congegni di Chikamatsu questo è quello che si vede meno. Non sembra avere armi o abilità speciali, sembra possedere solamente un corpo resistente ai colpi.

I tre Gioielli (Three Jewels)

Usati da Chiyo per fronteggiare Sasori, essi dimostrano di saper eseguire un formidabile colpo combinato, il Gorgo Distruttivo dei Tre Tesori (Sanbou Kyuukai - Three Buddhist Treasures Vacuum Destruction) col quale creano una specie di gorgo che scaraventa lontano i nemici.


Curiosità:

Secondo Sasori tutti i marionettisti pensano allo stesso modo.

Sempre secondo Sasori, l'abilità di un marionettista si misura dal numero di marionette che riesce a manovrare.

Sasori odia aspettare e far aspettare qualcuno, eppure sembra una incongruenza con la sua filosofia di vita, ovvero creare corpi artificiale e l'aver trasformato il suo stesso corpo in qualcosa che vive in eterno, e quindi indifferente al passar del tempo.

Tutte le marionette viste nel manga artificiali e umane, tranne i dieci Congegni di Chikamatsu, sono state create da Sasori. Allo stesso modo tutte le marionette di Sasori sono vestite di nero mentre quelle di Chikamatsu sono le uniche con vesti bianche.

Nonostante lo stesso Terzo Kazekage sia una marionettaè l'avversario naturale dei marionettisti, infatti con la sua Sabbia ferrifera rende inutile qualsiasi burattino. Viene quindi da chiedersi come Sasori sia riuscito a batterlo e trasformarne il corpo.

Errore di Kishimoto: nel capitolo 268 durante lo scontro che vede contrapporsi il Terzo Kazekage e i genitori di Sasori, il Kage si stacca l'avambraccio sinistro dopo aver richiamato la miriade di altre braccia con le pergamene e utilizza una ruota dentata nascosta nella manica per difendersi. Nel capitolo 269 però quando utilizza la sabbia di ferro e si scopre la parte sinistra del petto, è più che evidente che il braccio gli sia tornato, ma quando è successo? Non si è visto Sasori riattaccare il braccio alla marionetta né avrebbe avuto senso visto che stava utilizzando la sua innata e non avrebbe avuto una utilità.
avatar
Hokage
Ninja Leggendario
Ninja Leggendario

Messaggi : 220
Data d'iscrizione : 07.08.08
Età : 28
Località : Villagio della Foglia

Visualizza il profilo http://naruto.forumotion.com

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 :: SpaceNaruto :: Clan

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum